A023A Amministrazione digitale e innovazione organizzativa nella P.A.

 

PROFILI TEORICI ED APPLICATIVI, AGGIORNATI ALLA LUCE DELLE NUOVE DISPOSIZIONI DI CUI ALLE LEGGI 124/15 E 208/15 E AL D.L.VO 179/16
- LE REGOLE TECNICHE DI CUI AL D.P.C.M. 13/11/14
- P.A. DIGITALE: I NUOVI STRUMENTI INFORMATICI E ORGANIZZATIVI NEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E ARMONIZZAZIONE CON LE PIATTAFORME TECNOLOGICHE
- LA TRASPARENZA DELLA P.A. E IL TRATTAMENTO DEI DATI
- L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
- LA DEMATERIALIZZAZIONE DEI PROCEDIMENTI E IL DOCUMENTO INFORMATICO

DURATA
2 giorni

DATE
24-25 maggio 2017

ORARIO
1° giorno 9,00 - 13/14-16,30

2° giorno 9-14

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: euro 490,00 + IVA (la quota è esente da IVA se corrisposta da Enti pubblici)

RELATORI
Avv. Anna Mariagrazia CRESCENZI
Amministrativista e Referendario Presidenza del Consiglio dei Ministri – Esperto in diritto amministrativo elettronico e delle tecnologie.
Dott. Vincenzo FRANCO
Dirigente dell’Amministrazione degli Archivi e Docente di Archivistica nelle Università di Venezia e di Viterbo (a r.)

L’introduzione di processi innovativi legati all’egovernment ha necessariamente cambiato, su modalità profondamente diverse dalle tradizionali, il tipo di interazione fra amministrazione, cittadini e imprese. Nell’attuale contesto l’utente e le sue esigenze sono poste al centro dell’azione amministrativa e spetta all’amministrazione riorganizzare in termini tecnologici e procedimentali i processi di back office che preparano l’erogazione on line del servizio finale.
Il seminario intende fornire una panoramica completa e approfondita sul tema dell’innovazione nella Pubblica Amministrazione per sviluppare la conoscenza e le capacità di gestione nell’ambito della cornice giuridica e tecnica della normativa in materia di amministrazione digitale alla luce dell’entrata in vigore il 14/9/2016 della riforma del CAD introdotta dal decreto legislativo 26/8/16, n. 179 che, insieme alle nuove Agende digitali europea e nazionale, rafforzate dai sistemi di identificazione elettronica stabiliti dal Regolamento europeo eIDAS (n. 910/2014), delinea la road map per l’utilizzo efficiente dei servizi della Pubblica Amministrazione, in particolare quella locale, tenuto conto del contesto tecnologico in evoluzione e delle nuove esigenze di contenimento della spesa pubblica.

PROGRAMMA
L’amministrazione digitale e il quadro regolamentare e organizzativo alla luce delle modifiche introdotte dal d.l.vo 26/8/16, n. 179, attuativo della riforma Madia in materia di P.A. digitale.
Governance delle nuove disposizioni nella Pubblica Amministrazione integrate con i programmi previsti dall’Agenda digitale europea e nazionale, dalla Strategia per la crescita digitale 2014-20 e dal Piano strategico nazionale per la banda ultralarga. Confronto con i sistemi UE.
Azioni applicative e implementazione delle soluzioni per l’attuazione del sistema informativo della P.A.: il Sistema pubblico di identità digitale (SPID): domicilio digitale delle persone fisiche e anagrafe della popolazione residente; connettività pubblica - cyber security. Il modello delle 3P e delle 4E.
Documento elettronico e firme elettroniche, cosa cambia nel nuovo CAD e armonizzazione con il Regolamento europeo n. 910/14 Eidas: servizi di identificazione, autenticazione e fiduciari.
La disciplina giuridica delle comunicazioni tra P.A., cittadini e imprese. Il procedimento amministrativo elettronico e il fascicolo informatico: comunicazioni, istanze dichiarazioni sostitutive e documenti con Pec e firme elettroniche.
Piattaforme abilitanti: e-payment pubblico, fatturazione elettronica, open data, banche dati di interesse nazionale e cooperazione applicativa.
Sicurezza informatica: tracciabilità, trasparenza e interoperabilità nei processi.
Impatto sulle regole tecniche per la gestione informatica dei procedimenti della P.A. (d.P.C.M. 13/11/14) e del trattamento dei dati pubblici. Complementarietà con la riforma in tema di anticorruzione nella P.A. (l. 190/12).
La trasparenza nella P.A.: obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni per la P.A. (d.l.vo 33/13). Accesso e limiti alle informazioni.
Evoluzione delle disposizioni del Testo unico sulla documentazione amministrativa (d.P.R. 445/2000) in rapporto alle nuove regole dell’amministrazione digitale: la transizione dal documento amministrativo all’informazione digitale strutturata alla luce delle disposizioni regolamentari e tecniche. Le Regole tecniche per il protocollo informatico ai sensi degli artt. 40-bis, 41, 47, 57-bis e 71, del Codice dell'amministrazione digitale (d.P.C.M. 3/12/13).
Le regole tecniche e le modalità di attuazione del procedimento amministrativo informatico: formazione, tenuta e conservazione del documento informatico; gestione documento informatico e gestione flussi documentali. Nuovo CAD e impatto sul processo civile telematico (d.l. 90/2014 conv. nella l. 114/14) per la semplificazione, la trasparenza amministrativa e l’efficienza degli uffici giudiziari. Il ruolo delle banche dati delle P.A. nei processi di integrazione e innovazione dei servizi in rete. Sanità digitale e fascicolo sanitario elettronico. Scuola digitale e anagrafe dell’edilizia scolastica.

Esemplificazioni pratiche.

Ceida - Via Palestro, 24 - 00185 Roma, Tel. 06492531 - Fax:06.49384866 - Email: seminari Ceida