A641 La responsabilità sportiva

 

 

DURATA
2 giorni

DATE
20-21 ottobre 2017

ORARIO
1° giorno: 15-19
2° giorno: 9-13

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: euro 350,00 + IVA (la quota è esente da IVA se corrisposta da Enti pubblici)

RELATORE
Prof. Avv. Paolo GARRAFFA

Docente di Organizzazione e Diritto dello sport presso la Link Campus University (sede di Catania); Dottore di ricerca in Integrazione europea, diritto sportivo e globalizzazione giuridica presso l’Università di Palermo; Master in Diritto sportivo internazionale presso la ISDE di Madrid; già sostituto Procuratore della FIGC

Le giornate di studio intendono approfondire i principali profili di responsabilità – civile, penale e amministrativa – derivanti dallo svolgimento di attività sportive.
Saranno analizzati i profili di responsabilità sia degli atleti, sia degli altri “attori” che “entrano in giuoco” nel mondo dello sport, quali CONI, Federazioni, Società e associazioni sportive, organizzatori, gestori degli impianti, medici sportivi, arbitri, ufficiali di gara, scuole sportive, allenatori, precettori.
Le lezioni saranno svolte con l’ausilio di slide e ampio spazio sarà riservato ai quesiti formulati dai partecipanti al corso.

DESTINATARI
Avvocati e praticanti, professionisti laureati in economia e commercio, atleti, manager e  impiegati di società, associazioni e Federazioni sportive, tesserati, allenatori, preparatori atletici, consulenti, agenti di calciatori, Forze dell’ordine.

PROGRAMMA
La responsabilità sportiva dell’atleta (sia in relazione alla differente natura delle regole sportive, che in relazione al differente grado di pericolosità di ciascuna disciplina sportiva). La problematica della scriminante sportiva.
La responsabilità dell’atleta: nelle arti marziali; nella boxe; nel calcio; nel calcio a 5; nel calcio in costume (fiorentino); nell’hockey; nella pallacanestro; nel rugby; negli sport nautici; negli sport su strada (circuito aperto e circuito chiuso); negli sport sulla neve (sci, alpinismo, escursionismo); negli sport c.d. “estremi”.
La responsabilità sportiva degli altri soggetti (in relazione al differente grado di pericolosità di ciascuna disciplina sportiva).
Le responsabilità: dell’organizzatore sportivo (attività pericolose e non); del direttore di un autodromo; delle società sportive; del gestore degli impianti sportivi (sci, calcio, nuoto).
La tutela sanitaria dello sport (la responsabilità del medico sportivo; profili e problematiche relative alla certificazione medica (casistica giurisprudenziale).
Le responsabilità di: arbitri e ufficiali di gara; scuole di sport e palestre; allenatori (e precettori).

Ceida - Via Palestro, 24 - 00185 Roma, Tel. 06492531 - Fax:06.49384866 - Email: seminari Ceida