B503B Pianificazione dei fabbisogni di personale, procedure di reclutamento e mobilità nelle P.A.


- ALLA LUCE DELLA LEGGE DI BILANCIO 2017 (L. 232/16) E DEL D.L. 244/17, C.D. “DECRETO MILLEPROROGHE”

DURATA
2 giorni

DATE
23-24 ottobre 2017

ORARIO
8,45-14,45

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: euro 490,00+ IVA (la quota è esente da IVA se corrisposta da Enti pubblici)

RELATORI
Prof.ssa Maria GENTILE
Professore ordinario Scuola Nazionale dell’Amministrazione
Dott. Vincenzo TESTA
Dipartimento della Funzione Pubblica

Le facoltà assunzionali e i presupposti per l’avvio delle procedure concorsuali; la proroga dell’efficacia delle graduatorie dei concorsi e l’utilizzazione degli idonei; le procedure la stabilizzazione dei c.d. “precari” nella P.A.; il regime della mobilità: queste le principali tematiche che saranno trattate nel corso del seminario in materia di corretta gestione delle procedure di acquisizione del personale pubblico, alla luce delle novità introdotte dal più recente legislatore e, in particolare, delle modifiche apportate all’art. 6 del d.l.vo 165/01 in tema di “Organizzazione degli uffici e fabbisogni di personale” e delle altre disposizioni in tema di superamento del precariato nelle pubbliche amministrazioni, reclutamento e mobilità, contenute nel d.l.vo 75/17, di attuazione della delega di cui agli artt. 16 e 17 della l. 124/15.

PROGRAMMA
L’obbligo di monitoraggio permanente della spesa. La semplificazione dei vincoli assunzionali. La riduzione della spesa per rapporti a tempo determinato e per incarichi. Profili di responsabilità.
Le facoltà assunzionali nella pubblica amministrazione e i presupposti per l’avvio delle procedure concorsuali. L’obbligo della programmazione del fabbisogno corredata da analitica dimostrazione delle cessazioni avvenute e delle conseguenti economie. L’utilizzazione delle graduatorie dei concorsi pubblici per le assunzioni a tempo indeterminato. Calcolo nelle percentuali del turn over delle cessazioni verificatesi negli anni 2009/2012 e termine per procedere ad assunzioni di personale a tempo indeterminato con riferimento alle cessazioni verificatesi negli anni 2013/2014. Ricambio generazionale, semplificazione, flessibilità. L’obbligo di ricognizione annuale degli eventuali esuberi di personale (l. 183/11). Le procedure di dichiarazione di esubero e di collocamento in disponibilità.
La richiesta del personale in disponibilità di assegnazione a mansione inferiore. Le possibilità di utilizzare il lavoratore in disponibilità con rapporto di lavoro a tempo determinato o in posizione di comando o distacco.
L’assorbimento del personale degli enti di area vasta in sovrannumero. La verifica dell’impossibilità di ricollocare il personale in disponibilità come presupposto per l’avvio delle procedure concorsuali.
Le assunzioni di personale negli enti del Servizio sanitario nazionale.
Il regime della mobilità dopo il d.l. 90/14.  Il passaggio diretto di dipendenti. La mobilità del personale degli enti di area vasta. L’attivazione del portale di cui al comma 1 dell’art. 30 del d.l.vo 165/01 e la sua gestione. Le forme di pubblicità obbligatoria. La mobilità “interna” e la determinazione della nozione di “medesima unità produttiva” nel lavoro pubblico. Le relazioni tra la mobilità “esterna” ed il riassorbimento degli esuberi.
Le nuove possibilità di assunzione dei lavoratori disabili anche alla luce delle disposizioni introdotte dal d.l.vo 151/15, di “Razionalizzazione e semplificazione in materia di collocamento mirato delle persone con disabilità”, e dall’art. 17 della l. 124/15, recante la delega per il riordino della disciplina del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche. Le relazioni tra assunzioni di categorie protette e riassorbimento degli esuberi.
Le possibilità di assunzioni a tempo determinato: presupposti e limiti. I contratti di collaborazione nella P.A. Le procedure di stabilizzazione del personale c.d. “precario”
Il ruolo di vigilanza del Dipartimento della Funzione pubblica e della Corte dei conti. Gli obblighi di segnalazione da parte dei servizi ispettivi o di revisione alla Corte dei conti in caso di accertate irregolarità. I recenti interventi della magistratura contabile.

Ceida - Via Palestro, 24 - 00185 Roma, Tel. 06492531 - Fax:06.49384866 - Email: seminari Ceida