A128 Il diritto di accesso civico ai documenti amministrativi e la tutela della privacy dopo l’entrata in vigore del “GDPR”

Ceida
(0 recensioni)
€ 490.00

DATE: 25-26 novembre 2019, DURATA: 2 giorni, ORARIO: 9.00 – 14.30, QUOTA DI PARTECIPAZIONE: euro 490,00 + IVA (la quota è esente da IVA se corrisposta da Enti pubblici)

– LA TRASPARENZA NEL DECRETO LEGISLATIVO 25/5/16, N. 97: IL “FREEDOM OF INFORMATION ACT” (FOIA) E L’ACCESSO ORDINARIO

– GLI ADEMPIMENTI DELLE AMMINISTRAZIONI

– LA “RIVOLUZIONE” DEL “FOIA” NEL SISTEMA NAZIONALE

– LA RIFORMA MADIA (L. 124/15)

– LE LINEE GUIDA DELL’ANAC PER L’ATTUAZIONE DELL’ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO E DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE PREVISTI DAL D.L.VO 97/16, APPROVATE IL 29/12/2016

– LA TUTELA DELLA PRIVACY

– OBBLIGHI DI TRASPARENZA E CONSEGUENZE DELL’INADEMPIMENTO

– NORME, GIURISPRUDENZA, ECCEZIONI; CASISTICA

– L’ACCESSO DEI CONSIGLIERI COMUNALI E PROVINCIALI.

L’ACCESSO TRA PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI.

L’ACCESSO NEGLI APPALTI PUBBLICI.

L’ACCESSO AMBIENTALE.

L’ ACCESSO INFRAPROCEDIMENTALE.

L’ACCESSO DELL’AVVOCATO E LE INDAGINI DIFENSIVE.

ACCESSO, COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE E GESTIONE DEI SOCIAL

LA GESTIONE DEL PROCEDIMENTO DI ACCESSO NEI SUOI ASPETTI PRATICI: COSTI E ORGANIZZAZIONE.

ESEMPI DI PROVVEDIMENTI IN MATERIA DI ACCESSO.

LA TUTELA GIURISDIZIONALE E AMMINISTRATIVA.

RELATORE

Dott. Marco LIPARI

Presidente di Sezione del Consiglio di Stato

PROGRAMMA

Definizioni e principi in materia di diritto di accesso ai documenti amministrativi. L’accesso civico e I principi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni. Verso l’affermazione piena del “FOIA” (Freedom of Information Act). I rapporti tra diritto di accesso e tutela della privacy: il trattamento dei dati personali alla luce del Regolamento UE 2016/679 (GDPR) e la conciliazione tra interessi contrapposti. Gli orientamenti del Garante e dei giudici amministrativi. Il ruolo dell’ANAC.

Le novità concrete per le amministrazioni.

L’evoluzione normativa più recente della l. 241/90 e il codice del processo amministrativo (d.l.vo 104/2010). I regolamenti attuativi della l. 241/90, in particolare il d.P.R. 184/06. Le norme contenute nel d.l.vo 33/13, nella l. 124/15 e nei decreti di attuazione. Il completamento della normativa nel d.l.vo 25/5/16, n. 97. La disciplina statale, regionale, degli enti locali territoriali e delle altre amministrazioni pubbliche.

Le linee guida dell’ANAC (determinazione n. 1309 del 28/12/16) recanti indicazioni operative ai fini della definizione delle esclusioni e dei limiti all’accesso civico di cui all’art. 5 co. 2 del d.l.vo 33/13.

Le indicazioni dell’ANAC (delibera n. 1310 del 28/12/16) sull’attuazione degli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni contenute nel d.l.vo 33/13 come modificato dal d.l.vo 97/16.

La legittimazione all’accesso e il requisito dell’interesse. L’accesso civico e la libertà di accesso di chiunque ai dati e documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni. Atti soggetti a pubblicazione. Conseguenze della violazione degli obblighi. Dati pubblici aperti e Trasparenza nell’utilizzo delle risorse pubbliche. Le limitazioni oggettive all’accesso civico. L’accesso con riguardo ai gestori di servizi pubblici e agli organismi di diritto pubblico. Casi problematici di accesso ai documenti. Le normative speciali in materia di accesso ambientale e di contratti pubblici.

Le modalità di esercizio del diritto di accesso: l’accesso informale; il rilascio di copie e i costi; il differimento; i controinteressati. Le strutture organizzative e i compiti degli URP. L’accesso ai documenti informatici: in particolare alle registrazioni fonografiche e videofonografiche. La gestione delle banche dati. Il testo unico sulla documentazione amministrativa. L’accesso effettuato dalle P.A. Particolari modalità attuative dell’accesso civico. L’accesso ai documenti in materia ambientale. L’accesso nelle procedure di gara per l’affidamento di contratti pubblici: le norme  del codice degli appalti, d.l.vo 50/16. L’accesso dei consiglieri comunali e provinciali. l’accesso tra pubbliche amministrazioni. L’accesso dell’avvocato e le indagini difensive. Accesso, comunicazione istituzionale e gestione dei social. La gestione del procedimento di accesso nei suoi aspetti pratici: costi e organizzazione. La tutela giurisdizionale; il silenzio rifiuto e il suo superamento nell’accesso civico; la legittimazione e l’interesse ad agire; l’ordine di esibizione del giudice; l’ottemperanza. Il ricorso al difensore civico e alla Commissione per l’accesso. La difesa diretta dell’amministrazione e del ricorrente. Violazione del diritto di accesso e tutela risarcitoria. Il regime delle responsabilità, civili, amministrative, penali, disciplinari e contabili dei funzionari.

RILASCIO ATTESTATO DI FREQUENZA E PROFITTO

Il CEIDA, Ente accreditato dalla Regione Lazio quale soggetto erogatore di attività per la Formazione Superiore e Continua, (accreditamento ottenuto con Determinazione del Direttore della Dir. Reg. “Formazione, Ricerca e Innovazione, Scuola e Università, diritto allo studio” n. G16019 del 23/12/2016, pubblicata sul B.U.R.L. n. 2 del 5/1/17), attesta, per ogni partecipante, le caratteristiche del percorso formativo e quanto di questo è stato effettivamente frequentato, attraverso rilascio degli attestati di frequenza subordinatamente al superamento di una verifica finale attuata mediante questionario a risposta multipla.

Questo corso si trova sul sito del MePA con codice prodotto: CEIDA-A128

Caratteristiche Corso

  • Lezioni 0
  • Quiz 0
  • Duration 50 hours
  • Skill level All levels
  • Language English
  • Studenti 1
  • Valutazioni Yes
Non è presente materiale allegato
€ 490.00
WhatsApp chat