A651 Il procedimento amministrativo tra Regolamento europeo sulla privacy e decreto attuativo 101/18

Ceida
(0 recensioni)
€ 490.00

DATE

14-15 ottobre 2019

DURATA

2 giorni

ORARIO

9,00-14,30

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: euro 490,00 + IVA (la quota è esente da IVA se corrisposta da Enti pubblici)

RELATORE

Avv. Giampaolo TEODORI

Docente Unitelma Sapienza – Ricercatore Formez

Il Regolamento europeo 679/2016 (GDPR), entrato in vigore nel maggio 2018, rappresenta una netta evoluzione rispetto alla normativa precedente sulla tutela della riservatezza poiché pone in essere principi nuovi in ordine alla gestione della questione privacy nelle Organizzazioni, quanto a prevenzione, programmazione e responsabilità.

Nelle Pubbliche Amministrazioni tale nuova normativa entra in contatto con le attività procedimentali tipizzate nella l. 241/90, vera e propria fonte sub-costituzionale dell’agire pubblico e realizza pertanto un contesto applicativo ove il diritto alla riservatezza si deve necessariamente contemperare con i principi della trasparenza, della partecipazione e dell’accesso: per quest’ultimo aspetto in particolare va posto il corollario del nuovo istituto dell’accesso civico generalizzato.

Il corso intende tracciare una guida all’applicazione del nuovo Regolamento nell’ambito del procedimento amministrativo, tenendo conto dello status quo evolutivo della normativa, compreso il d.l.vo 101/18 di applicazione, ma anche e soprattutto tenendo conto della necessità di non disperdere il patrimonio e l’esperienza culturale italiana più che ventennale sulla tutela della riservatezza.

Il settore pubblico sotto questa ottica costituisce l’osservatorio privilegiato ove il diritto alla privacy va reinterpretato secondo i nuovi modelli dell’e-Gov e del procedimento amministrativo elettronico.

PROGRAMMA

Il nuovo Regolamento europeo sulla privacy 679/16 (GDPR): principali novità per la Pubblica Amministrazione in termini di soggetti, organizzazione e sicurezza. La nomina del DPO. L’individuazione Struttura e Direzione competente per l’adeguamento.

Il decreto attuativo del GDPR (d.l.vo 101/18). Le modifiche, le integrazioni e il coordinamento con il d.l.vo 196/03 (codice della privacy). La lettura coordinata dei responsabili del trattamento. Il dovere di trasparenza del titolare del trattamento. L’adeguamento e l’integrazione delle Informative. Il Registro dei trattamenti e misure di sicurezza. Confronto dei due testi e le novità in tema di attività amministrativa.

I criteri di imparzialità, di pubblicità e di trasparenza alla prova della tutela della privacy. Le tappe dell’iter procedimentale. Istanza. Istruttoria. Responsabile del procedimento; decisione; comunicazioni. Il diritto di accesso ai dati sensibili e supersensibili. Diritto di accesso e trasparenza delle informazioni ambientali; diritto di accesso e trasparenza dei dati sanitari. L’accesso agli atti tra Pubbliche Amministrazioni per le finalità di cui al d.P.R. 445/2000. L’accesso agli atti da parte degli organi politici.

Le autorità di tutela e presidio del diritto di accesso in via extragiudiziale: la Commissione per l’accesso e il Difensore civico; il ruolo del Garante della privacy. Gli esiti dell’istanza di accesso ai documenti amministrativi: accoglimento, diniego, accoglimento limitato, differimento. Il ricorso per l’accesso ai documenti amministrativi. La tutela del controinteressato; decisione; comunicazioni. La partecipazione al procedimento. L’accesso agli atti.

La trasparenza. La nozione di trasparenza: la conoscibilità come principio (e come diritto). I principali scopi della trasparenza amministrativa. I soggetti obbligati alla disciplina sulla trasparenza. La trasparenza nei principali settori di attività della Pubblica Amministrazione.

Rapporto tra tutela della riservatezza e diritto all’informazione. Il bilanciamento fra accessibilità totale e protezione dei dati personali. Il segreto di Stato e gli altri limiti ed esclusioni del diritto di accesso agli atti. Bilanciamento tra trasparenza e privacy nel d.l.vo 33/13: accesso civico “semplice” e “generalizzato”. Tutela giurisdizionale.

Le Linee guida del Garante per la protezione dei dati personali in materia di trattamento di dati personali effettuato per finalità di pubblicità e trasparenza sul web effettuato da soggetti pubblici e altri enti obbligati: qualità, durata, limiti, modalità di pubblicazione dei dati e meccanismi di indicizzazione.

Il diritto di accesso ai dati giudiziari. Il rapporto tra il ricorso giustiziale e il ricorso giurisdizionale. il diritto di accesso: tutela civilistica e tutela in sede penale.

Il procedimento amministrativo e la digitalizzazione: l’accesso agli atti on line. I sistemi di gestione documentale e l’accesso: Posta elettronica certificata, firma digitale, protocollo informatico. L’Open Data e l’accesso: tutele e garanzie.

RILASCIO ATTESTATO DI FREQUENZA E PROFITTO

Il CEIDA, Ente accreditato dalla Regione Lazio quale soggetto erogatore di attività per la Formazione Superiore e Continua, (accreditamento ottenuto con Determinazione del Direttore della Dir. Reg. “Formazione, Ricerca e Innovazione, Scuola e Università, diritto allo studio” n. G16019 del 23/12/2016, pubblicata sul B.U.R.L. n. 2 del 5/1/17), attesta, per ogni partecipante, le caratteristiche del percorso formativo e quanto di questo è stato effettivamente frequentato, attraverso rilascio degli attestati di frequenza subordinatamente al superamento di una verifica finale attuata mediante questionario a risposta multipla.

Questo corso si trova sul sito del MePA con codice prodotto: CEIDA-A651

Caratteristiche Corso

  • Lezioni 0
  • Quiz 0
  • Duration 50 hours
  • Skill level All levels
  • Language English
  • Studenti 0
  • Valutazioni Yes
Non è presente materiale allegato
€ 490.00
WhatsApp chat