A661 I contratti degli Enti locali

Ceida
(0 recensioni)
€ 250.00

DATA: 8 ottobre 2019, DURATA: 1 giorno, ORARIO: 9-13/14-16,30, QUOTA DI PARTECIPAZIONE: euro 250,00+ IVA (la quota è esente da IVA se corrisposta da Enti pubblici)

– INQUADRAMENTO GENERALE, I DOCUMENTI A CORREDO, REDAZIONE E SOTTOSCRIZIONE DIGITALE.

– IMPOSTA DI BOLLO E REGISTRAZIONE.

– AGGIORNAMENTO ALLA RISPOSTA DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE N. 35 DEL 12/10/2018 E ALLE PIÙ RECENTI PRONUNCE

RELATORE

Dott. Gabriele RUBINO

Responsabile del Dipartimento Affari Generali del Comune di Fiesole (FI) e Vice Segretario dell’Ente, Avvocato

DESTINATARI

Il corso è rivolto ai Responsabili dei Servizi e al personale degli uffici contratti del Comune e ai dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni che predispongono e sottoscrivono i contratti per l’Ente di appartenenza.

OBIETTIVI

Fornire l’inquadramento teorico generale, l’esame teorico e pratico dei contratti dell’Ente locale (condizioni, contenuti e adempimenti relativi), con l’illustrazione delle principali disposizioni normative in materia e della casistica più frequente, anche con l’esame di schemi tipo.

In particolare, dopo un inquadramento generale sull’attività contrattuale dell’Ente locale, verrà esaminata la modalità elettronica mediante la sottoscrizione digitale dei contratti d’appalto e forme equipollenti, ex art. 32, co. 14, del D.Lgs. 50/2016. Realizzata la sottoscrizione del contratto, saranno illustrati i più importanti orientamenti della giurisprudenza di merito e della Corte dei Conti in materia di diritti di rogito, in relazione sia ai soggetti cui debbono corrispondersi che al quantum degli stessi.

Sarà introdotta, quindi, la normativa in materia di imposta di bollo (D.P.R. 642/1972), in generale e in relazione ai documenti elettronici. Quindi, per i contratti MEPA; per le istanze di partecipazione alle gare; nei contratti conclusi per corrispondenza; l’assolvimento mediante il contrassegno telematico, anche per i documenti informatici.

L’imposta di bollo sugli allegati al contratto, nello specifico per i contratti d’appalto: capitolato d’appalto, computo metrico estimativo ecc., anche alla luce del co. 14- bis dell’art. 32 del D.Lgs. 50/2016. Quindi, l’importante Risposta dell’Agenzia delle Entrate n. 35 del 12/10/2018. Bollo forfettario, per il contratto e relativi allegati (Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 194/E del 16/5/2008). Atti soggetti all’imposta di bollo fin dall’origine, in caso d’uso, atti esenti. L’imposta di bollo sulle copie dichiarate conformi. Imposta di registro, atti soggetti a registrazione in termine fisso (in misura proporzionale e in misura fissa), solo in caso d’so e quelli per i quali non v’è l’obbligo di richiedere la registrazione. Il principio di alternatività IVA registro; casi pratici e illustrazione di esempi.

Esempi pratici per i contratti d’appalto: la verifica dei requisiti generali; l’antimafia; elementi necessari.

PROGRAMMA

Il contratto:

natura giuridica. L’ufficiale rogante del Comune, il Segretario Generale e il repertorio. Le forme del contratto: la scrittura privata, l’atto pubblico e la scrittura privata autenticata. I contratti degli Enti locali: l’atto in forma pubblica amministrativa. I contratti d’appalto, ex D.Lgs. 50/2016 e ss.mm. e ii. Modalità elettronica per i contratti d’appalto; la sottoscrizione digitale. I diritti di rogito, anche alla luce della più recente giurisprudenza. L’assolvimento dell’imposta di bollo, anche nei contratti sottoscritti digitalmente; nei contratti per corrispondenza; sugli allegati (sul capitolato, computo metrico estimativo ecc.); bollo forfettario, per il contrato e per alcuni allegati. Imposta di bollo e copie dichiarate conformi. La registrazione del contratto: obbligatoria o in caso d’uso, ovvero esenzione. Esame dei casi più frequenti. L’I.V.A. relativa ai contratti d’appalto, in particolare ai fini della registrazione del negozio.

Esempi pratici per i contratti d’appalto:

la verifica dei requisiti generali; l’antimafia; elementi necessari. Elementi necessari del contenuto del contratto degli Enti locali: le verifiche dei requisiti generali; le clausole sulla tracciabilità nei contratti d’appalto e concessioni; il codice di comportamento dei pubblici dipendenti; cauzioni e assicurazioni; DUVRI; posizione dell’appaltatore circa la L. 68/1999; i documenti da allegare al contratto; contenuti essenziali. Cenni sulla normativa antimafia.

Esempi pratici di contratti e loro contenuti, anche con l’esame degli schemi di più frequente utilizzo.

RILASCIO ATTESTATO DI FREQUENZA E PROFITTO

Il CEIDA, Ente accreditato dalla Regione Lazio quale soggetto erogatore di attività per la Formazione Superiore e Continua, (accreditamento ottenuto con Determinazione del Direttore della Dir. Reg. “Formazione, Ricerca e Innovazione, Scuola e Università, diritto allo studio” n. G16019 del 23/12/2016, pubblicata sul B.U.R.L. n. 2 del 5/1/17), attesta, per ogni partecipante, le caratteristiche del percorso formativo e quanto di questo è stato effettivamente frequentato, attraverso rilascio degli attestati di frequenza subordinatamente al superamento di una verifica finale attuata mediante questionario a risposta multipla.

Questo corso si trova sul sito del MePA con codice prodotto: CEIDA-A661

Caratteristiche Corso

  • Lezioni 0
  • Quiz 0
  • Duration 50 hours
  • Skill level All levels
  • Language English
  • Studenti 0
  • Valutazioni Yes
Non è presente materiale allegato
€ 250.00
WhatsApp chat