C409 Gli appalti sottosoglia dopo la legge n. 55 del 14 giugno 2019 di conversione del decreto sblocca cantieri

Ceida
(0 recensioni)
€ 250.00

DATA

2 dicembre 2019

DURATA

1 giorno

ORARIO

9-13/14-16,30

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: euro 250,00 + IVA (la quota è esente da IVA se corrisposta da Enti pubblici)

RELATORE

Dott. Michelangelo FRANCAVILLA

Magistrato del TAR Lazio, già Magistrato ordinario

Il corso ha un taglio prettamente pratico ed è destinato agli operatori del settore. Saranno oggetto di esame le più recenti novità normative, le pronunce della giurisprudenza e gli atti dell’ANAC. Il corso avrà ad oggetto, innanzi tutto, le novità introdotte dalla Legge n. 55 del 14 giugno 2019 (pubblicata in G.U. del 17 giugno 2019) di conversione del D.L. n. 32 del 18 aprile 2019 in generale e con riferimento alla tematica degli appalti sottosoglia, profondamente modificati dal nuovo testo normativo. Particolare attenzione sarà rivolta a problematiche specifiche (verbalizzazione, cauzioni, rotazione, verifica dei requisiti ecc.) relative alla gestione del procedimento di gara. Il corso sarà tenuto da un magistrato amministrativo con esperienza ultradecennale di docenza nella materia della contrattualistica pubblica.

 

PROGRAMMA

Il ritorno al regolamento di attuazione del codice. L’ampliamento delle competenze del regolamento dopo la legge di conversione. Disciplina transitoria conseguente all’entrata in vigore del D.L. e della legge di conversione.

Le norme del codice di cui è stata sospesa l’applicazione fino al 31 dicembre 2020. La centralizzazione degli acquisti per i Comuni non capoluogo.

L’appalto integrato. La nomina della commissione di gara. L’inversione procedimentale ex art. 133 comma 8 del codice e l’estensione ai settori ordinari. Progettazione ed esecuzione di lavori senza i finanziamenti. La manutenzione senza progetto esecutivo. La riserva sugli aspetti progettuali oggetto di verifica.

Le novità introdotte in materia di lotti ed anticipazione della prestazione.

La nuova disciplina degli affidamenti sottosoglia dopo la conversione del decreto “sblocca- cantieri”. L’abrogazione dell’art. 1 comma 912 legge finanziaria 2019. L’estensione dell’affidamento diretto con o senza previa consultazione di operatori economici. Procedura negoziata e proceduta ordinaria per i lavori sottosoglia. L’abrogazione del comma 5 dell’art. 36: significato.

Mercati elettronici e requisiti. Libera scelta tra prezzo più basso e offerta economicamente più vantaggiosa. Principio di rotazione e la verifica dei requisiti dopo l’aggiornamento 2018 delle Linee guida Anac. La selezione del contraente. Elenchi ed indagini di mercato.

Le novità in materia di requisiti di ordine generale introdotte nel 2019. Le cause che riguardano i subappaltatori. L’inadempimento agli obblighi tributari e previdenziali. La durata del periodo di ostatività delle condanne. L’aggiunta di una nuova ipotesi di esclusione: l’inadempimento nei confronti del subappaltatore. La tassatività delle cause di esclusione ed il soccorso istruttorio. L’estensione della durata dei certificati e dei documenti ai fini della prova dei requisiti generali. Garanzia provvisoria e definitiva.

Il mercato elettronico della pubblica amministrazione dopo la l. n. 145/18. La possibilità di acquisto fuori MEPA per importi inferiori a 5.000 euro. L’attività di manutenzione come oggetto degli strumenti di acquisto di CONSIP.

Il MEPA come modalità ordinaria di affidamento degli appalti sotto-soglia dopo la legge n. 94/2012. La motivazione della determina a contrarre.

Il contratto stipulato in violazione dell’obbligo di ricorrere al MEPA: conseguenze per il contratto ed il funzionario. Le modalità di perfezionamento del contratto: ordine diretto, richiesta di offerta e trattativa diretta. Il ruolo del punto istruttore. Il controllo dei requisiti nel MEPA. Il principio di rotazione nel MEPA. Soccorso istruttorio e cauzione provvisoria nel MEPA. Le condizioni particolari della procedura e del contratto nel caso di RDO. Le modalità (pubblica/riservata) di svolgimento della seduta. La verbalizzazione delle sedute di gara. Le comunicazione ex art. 76 codice appalti. La valutazione dei requisiti nel caso di RDO con offerta economicamente più vantaggiosa: la commissione di gara. L’offerta anomala. La forma del contratto nel MEPA. Le clausole accessorie in materia di pagamenti e di risoluzione del contratto. La tracciabilità finanziaria. Inapplicabilità dello stand still. Gli obblighi di pubblicazione dei contratti stipulati con il MEPA. L’affidamento dei servizi informatici dopo la legge n. 208/2015.

La pubblicità obbligatoria e facoltativa degli atti di gara dopo la legge n. 55/19. Accesso documentale, civico e generalizzato negli appalti. La nuova disciplina delle comunicazioni.

L’eliminazione delle modifiche in materia di avvalimento introdotte dal decreto n. 32/19.

Il RUP dopo il decreto sblocca – cantieri. L’aggiornamento delle linee guida 2018. Requisiti di esperienza e professionalità per la nomina e rilevanza esterna degli stessi. Le strutture di supporto RUP e le modalità organizzative e gestionali dell’esecuzione delle prestazioni.

La commissione di gara nel codice degli appalti dopo la legge n. 55/19. La sospensione dell’obbligo di nominare commissari iscritti all’albo. La nomina di componenti interni. Posizione e responsabilità dei commissari interni ed esterni. Pubblicità e segretezza delle sedute negli appalti sottosoglia. La verbalizzazione ed il ruolo del segretario nel nuovo codice. Incompatibilità e responsabilità del segretario e dei componenti: modalità di verifica ad opera delle stazioni appaltanti.

Costo del lavoro e oneri della sicurezza aziendale e da rischio interferenziale negli atti di gara e nell’offerta economica dopo l’Adunanza Plenaria del 2019. Il DURC e la regolarità contributiva.

Criteri di selezione delle offerte dopo la legge n. 55/19 e l’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato del 2019. La differenza tra appalti soprasoglia e sottosoglia. Il prezzo più basso negli appalti ad alta intensità di manodopera.

Le novità 2019 in tema di offerta anomala.

Le modifiche della disciplina del subappalto. La disciplina temporanea sui nuovi limiti e sull’eliminazione della terna. Il pagamento diretto ai subappaltatori ritorna alla vecchia disciplina.

Inalterata la disciplina degli incentivi per i dipendenti pubblici.

Le novità in materia di certificati di pagamento introdotte dalla legge n. 37/19.

Le modifiche alla disciplina processuale ed impatto sullo svolgimento del procedimento di gara.

RILASCIO ATTESTATO DI FREQUENZA E PROFITTO

Il CEIDA, Ente accreditato dalla Regione Lazio quale soggetto erogatore di attività per la Formazione Superiore e Continua, (accreditamento ottenuto con Determinazione del Direttore della Dir. Reg. “Formazione, Ricerca e Innovazione, Scuola e Università, diritto allo studio” n. G16019 del 23/12/2016, pubblicata sul B.U.R.L. n. 2 del 5/1/17), attesta, per ogni partecipante, le caratteristiche del percorso formativo e quanto di questo è stato effettivamente frequentato, attraverso rilascio degli attestati di frequenza subordinatamente al superamento di una verifica finale attuata mediante questionario a risposta multipla.

Questo corso si trova sul sito del MePA con codice prodotto: CEIDA-C409

Caratteristiche Corso

  • Lezioni 0
  • Quiz 0
  • Duration 50 hours
  • Skill level All levels
  • Language English
  • Studenti 0
  • Valutazioni Yes
Non è presente materiale allegato
€ 250.00
WhatsApp chat