K132 Diritto dell’UE e delle organizzazioni internazionali

 

Obiettivi
Il metodo didattico, sfruttando la ormai multidisciplinarità delle discipline giuridico-economiche mira a fornire un approccio dal taglio pratico (case method), in modo da consentire al discente (già laureato e spesso già dipendente della Pubblica Amministrazione) di poter sfruttare al meglio il tempo a disposizione e consentirgli quindi di acquisire un background che si estende ben oltre i confini della preparazione manualistica accademica, apprendendo un metodo di insegnamento del diritto di stampo socratico, che non parta dalle regole generali, ma spinga a ricavare la regola dai casi concreti.
La preparazione conseguita consentirà di affrontare al meglio diverse tipologie di concorsi.

Durata
9 ore

Metodo didattico:
● Trattazione a livello pratico, con ampi riferimenti giurisprudenziali, mirata e funzionale allo svolgimento delle prove scritte;
● Aggiornamento legislativo e giurisprudenziale nelle materie di interesse per il concorso;

Docenti:

Diritto dell’UE e delle organizzazioni internazionali
Prof.ssa Ida CARACCIOLO, Ordinario di Diritto internazionale, “Università della Campania Luigi Vanvitelli”
Prof.ssa Silvia ANGIOI, Professore associato di Diritto internazionale, “Università della Campania Luigi Vanvitelli”

Programma
1. Stati e organizzazioni internazionali nell’ordinamento internazionale e loro status nell’ordinamento italiano.
2. Il ruolo della PA nella formazione del diritto consuetudinario e dei trattati internazionali.
3. Recepimento e rango del diritto internazionale nell’ordinamento giuridico italiano. PA e violazione del diritto internazionale.
4. Le fonti del diritto dell’Unione europea: diritto primario e diritto derivato (regolamenti, direttive e decisioni).
5. L’adattamento dell’ordinamento italiano all’ordinamento dell’Unione europea: la legge di delegazione europea;
6. la legge europea e la giurisprudenza comunitaria e costituzionale.
7. I conflitti tra diritto comunitario e diritto interno e i criteri di risoluzione alla luce della più recente giurisprudenza.
8. L’obbligo di interpretazione conforme, il risarcimento del danno, la tutela processuale dei diritti di origine comunitaria.
9. La responsabilità dello Stato per violazione del diritto dell’UE e per inerzia legislativa.
10. La responsabilità di amministratori e funzionari pubblici per omessa o errata applicazione di norme comunitarie.

Modalità di partecipazione
Il video-corso in FaD differita sarà erogato mediante la piattaforma di e-learning del Ceida, concepita per rendere la fruizione della didattica efficace e semplice. L'utente potrà accedervi, dopo aver ottenuto le credenziali di accesso.

Quote di iscrizione:
Euro 190
(La quota di iscrizione è al netto dell'IVA)

Modalità di pagamento

1- Versamento, sul c/c postale 13130000 intestato a Ceida, via Palestro 24, Roma.
2- Bonifico su c/c BancoPosta (IBAN: IT 97 R 07601 03200 000013130000).

La quietanza di versamento andrà inviata via mail a segreteria@ceida.com o via fax allo 06.44704462, allegandola alla copia della scheda di iscrizione.

Per ulteriori informazioni

Contattateci telefonicamente (06.492531) o per email cliccando qui

Ceida - Via Palestro, 24 - 00185 Roma, Tel. 06492531 - Fax:06.44704462 - Email: seminari Ceida